10 chiavi per una vita più felice per una PAS

Aggiornamento: 20 mag


Per questo articolo mi sono ispirata alle 10 chiavi per una vita più felice stilate da Action for Happiness, un’organizzazione che affianca le Nazioni Unite in azioni di supporto all’umanità per vivere meglio e in buona relazione con gli altri.


Le 10 chiavi si rifanno a studi scientifici e sono: Dare (Giving), Relating (Relazionarsi), Exercising (Fare Esercizio), Appreciating (Apprezzare), Trying out (Provare cose nuove), Direction (Avere Obiettivi), Resilience (Resilienza), Emotion (Avere un atteggiamento positivo), Acceptance (Accettarsi), Meaning (Dare Significato).


Mettere in pratica queste chiavi è un’indicazione valida e di aiuto per tutti. Ho voluto però declinarle in modalità Alta Sensibilità perché ci sono alcuni aspetti a cui le PAS devono prestare particolare attenzione.


1. Dare… con sano egoismo

È comprovato che aiutare gli altri fa sentire meglio anche noi stessi. Le PAS devono però fare attenzione a non dare troppo, trascurando i propri bisogni a favore di quelli degli altri. Essendo portate a una forte empatia il rischio è di farsi carico di emozioni che non sono le proprie ed essere travolte dai sentimenti altrui andando in sovraccarico emotivo. Rischiano inoltre di aspettarsi di venire ricambiate con altrettanta dedizione. Ma la delusione in questo senso è spesso dietro l’angolo. Quindi, dare sì ma rimanendo centrati su noi stessi e i nostri bisogni. La prima persona a cui abbiamo il dovere di dare attenzioni siamo noi, poi possiamo prenderci cura degli altri.


2. Relazionarsi… rispettando i propri confini

Costruire connessioni sociali, relazionarsi agli altri, approfondire i rapporti da significato alla vita e ci fa vivere più in salute e più a lungo. A patto che le relazioni che coltiviamo siano relazioni sane per noi. Essendo portate a compiacere gli altri e avendo difficoltà a dire di no, le PAS possono ritrovarsi in relazioni disfunzionali che risucchiano energia (i cosiddetti vampiri energetici) e avere difficoltà ad uscirne. A questo punto la relazione non è più qualcosa che da ma qualcosa che toglie. Quindi, relazioni sì, ma rispettando i propri confini e liberandosi dai rapporti tossici senza sensi di colpa.


3. Fare esercizio… prendendosi delle pause

Prendersi cura del proprio corpo è salutare anche per la mente. Quindi benissimo muoversi, possibilmente all’aria aperta e pianificare all’interno della settimana del tempo per l’esercizio fisico. Le PAS traggono particolare beneficio a contatto con la natura, in particolare con l’elemento acqua. Attenzione però che fare esercizio non diventi un altro “dover fare”. Le PAS hanno bisogno quotidianamente di staccare la spina del loro sistema nervoso iperattivo per non andare in sovraccarico. Va bene quindi se l’esercizio ci aiuta a fare questo, altrimenti è sufficiente una breve passeggiata o anche solo stare 15 minuti con gli occhi chiusi per ricaricarsi. La parola d’ordine è “pausa”.


4. Apprezzare… stando nel momento

Apprezzare ciò che c’è qui e ora, stare nel momento, concentrarsi sull’adesso senza che i pensieri corrano a ieri o a domani è una delle cose più difficili per le PAS la cui mente è in continuo movimento e rimuginio. Imparare a stare, lasciare andare il passato e non pre-occuparsi del futuro è fondamentale per le PAS e può portare un grande beneficio in termini di abbassamento del livello di stress quotidiano. Meditazione e Mindfulness sono da provare perché aiutano davvero molto a fare questo.


5. Provare cose nuove…a piccoli passi

Buttarsi nelle novità può essere molto faticoso e sfidante per le PAS e mandarle facilmente in sovraccarico. È vero anche che nel nuovo c’è emozione, creatività, energia, tutte cose di cui le PAS hanno bisogno per fiorire. La chiave è avvicinarsi al nuovo a piccole dosi, inserendo gradatamente novità nella propria giornata: iniziare un nuovo hobby, scegliere un percorso alternativo per andare in un posto noto, approcciare una persona che non si conosce. Creare l’abitudine al nuovo aumenta l’autostima e ci rende più sereni e fiduciosi nell’affrontare situazioni sconosciute.


6. Avere un obiettivo… che abbia un significato per noi

Avere obiettivi è importante per stimolarci, farci uscire dalla zona di comfort, darci un senso di costruzione e di futuro. Come PAS dobbiamo però valutare attentamente gli obiettivi che ci diamo. Sono veramente i nostri obiettivi o sono mutuati da altri o dalla società? Rispondono ai nostri valori? Le PAS tendono a spegnersi nel perseguire obiettivi in cui non trovano un significato profondo, che in genere ha a che fare col dare un contributo, trovare connessione, portare beneficio.


7. Resilienza… soprattutto con sé stessi

Trovare risorse per affrontare le difficoltà passa per l’accettare quello che la vita ci propone e trovare delle prospettive e delle risposte di fiducia e di speranza senza negare ciò che c’è e le emozioni che porta.

Credo che noi PAS dobbiamo lavorare sull’essere resilienti anche nei confronti di noi stesse. A volte il nostro tratto è difficile da sostenere e da far capire agli altri e tendiamo a nasconderlo o a volercene liberare. Imparare a gestire anche il suo pesante carico emotivo, e guardare dove ci può portare, ci aiuta a liberare risorse che non pensavamo neanche di avere.


8. Atteggiamento positivo…con iniezioni di gratitudine

Avere un atteggiamento positivo non significa nascondere il dolore sotto il tappeto, ma dare spazio a tutta la gamma delle emozioni allenando anche quelle positive: la gratitudine per ciò che abbiamo, l’apprezzamento della bellezza, il capovolgere la prospettiva per vedere cosa c’è di buono per noi anche nelle situazioni difficili. Allenare la gratitudine contribuisce ad allentare lo stress e allontanare l'ansia di cui siamo facile preda.


9. Accettare …il proprio tratto

Questo punto fa il paio con il punto 7. Accettarci per quello che siamo è il passaggio cruciale per trasformare i nostri limiti in risorse. Spesso nel dialogo con noi stessi ci trattiamo male, magari usiamo anche parole dure o ci colpevolizziamo. Alleniamoci a parlarci in modo gentile, ad ascoltarci come faremmo con un caro amico.


10. Significato...sempre alla ricerca

È l’ultimo punto ma forse per noi PAS è il più importante: trovare un senso. Nel nostro lavoro, nei nostri rapporti, nella nostra vita. Significa sentirsi connessi a qualcosa di più grande che ci tranquillizza che siamo sulla strada giusta in quello che facciamo. Qui ognuno deve trovare il suo... ma non smettere di cercare.